Home Articoli Soggiorno e relax alle Terme Preistoriche

Soggiorno e relax alle Terme Preistoriche

by Matilde

In questo articolo vorrei dare spazio sia alla mia esperienza, sia ai dati tecnici relativi alle Terme Preistoriche, per far capire meglio il valore di quanto offrono.

Gli ultimi giorni d’estate siamo stati alle Terme Preistoriche per un weekend all’insegna del relax, e quel che abbiamo trovato ci ha sorpreso molto. Le Terme e l’hotel appartengono ad un mondo ancorato alla tradizione ed al passato, mentre la nuova Nero Spa guarda totalmente al futuro. Sono due realtà differenti che convivono in un solo posto, diventando il punto di riferimento per la clientela più disparata.

Se infatti il mondo delle acque termali e l’hotel sembra più appartenere ad una clientela più matura, quello della Spa mi ha sorpresa molto (“provenendo” io dal mondo delle spa Trentine, pensavo che nulla potesse sorprendermi).

L’ambiente infatti è fatto in modo tale per emanare un’aurea di relax e pace, non solo all’interno delle varie aree (sauna, bagno turco etc) ma il percorso stesso. Questo è qualcosa che quasi nessuna Spa mi ha mai trasmesso. Ma andiamo per step! Vi racconto dall’inizio, dal soggiorno.

L’hotel Terme Preistoriche

L’hotel è un tuffo nel passato, dove cordialità e cura del cliente sono al primo posto. Questo infatti è il luogo ideale per soggiorni di lunga durata, per permettere alle persone, grazie alle acque termali e ai servizi offerti dalla struttura, di prevenire e curare diversi disturbi e ritrovare il benessere del corpo e dello spirito.

Questo non vuol dire che l’hotel non sia adatto anche alle giovani coppie, per un weekend di totale relax. Grazie infatti ai diversi pacchetti offerti dalla strutture, ci sono diverse opportunità per tutte le tasche e tutte le necessità, basta guardare sul sito!

L’offerta che mi ha particolarmente stupito è sicuramente quello che include la serata nella spa e l’open bar, ma sono di parte.

La colazione dell’hotel è stata molto piacevole, soprattutto per la sorpresa di avere delle ottime brioches, cosa rara negli hotel e scelta mia preferita per il mattino.

Chi soggiorna presso l’hotel ha un accesso alle terme diretto, in un’area riservata agli ospiti. Questa è divisa da quella pubblica solo pochi passi e gli ospiti possono decidere dove preferiscono stare.

L’acqua termale

Nelle piscine scorrono le acque termali del bacino Euganeo. Queste acque appartengono alla categoria delle acque sotterranee profonde e vengono definite acque iper termali salsobromoiodiche.
Si raccolgono nei bacini incontaminati dei Monti Lessini sulle Prealpi Vicentine e, attraverso la roccia calcarea, defluiscon onel sottosuolo fin oa 2000-3000 metri, dove si ipotizza rimangano per decine di migliaia di anni e dove si arricchiscono di sali minerali che le rendono una risorsa termale unica al mondo.

Infine, dopo aver raggiunto le Terme Euganee attraverso un percorso di 80 chilometri, le acque ipertermali salsobromoidiche sgorgano in superficie alla temperatura di 85°C. La temperatura dell’acqua delle piscine termali, utilizzata per la balneoterapia, viene portata da 85°Ca 32-34°Ce arricchita in alcuni punti di ozono. La composizione chimica dell’acqua favorisce in maniera efficace e naturale la risoluzione dei processi infiammatori cronici.

Nero Spa

È l’ultima arrivata della famiglia Terme Preistoriche, Neró Spa New Experience apre al pubblico nell’estate del 2019. Progettata dall’architetto Alberto Apostoli, Neró Spa è un ambiente polifunzionale dal design innovativo.

L’acqua è il fulcro di tutta l’esperienza Neró Spa, le stesse cabine benessere del Percorso Acque sembrano fluttuare sullo specchio d’acqua che le circondano, reso vivo dallo zampillare della cascata d’ingresso. L’acqua è il fil rouge che unisce tutti gli ambienti benessere dall’hammam, al bagno di vapore, dalla vasca salina di galleggiamento alla cascata di ghiaccio, dalle docce emozionali al bacino d’acqua ai piedi del kotatzuma anche con la sauna finlandese panoramica ed il temazcal attraverso le gettate di vapore dei rituali Aufguss. La natura, il territorio, il fango termale sono richiamati dalla scelta dei colori,della texture dei materiali di Neró Spa e dal dialogo continuo con il paesaggio dei Colli Euganei che si possono ammirare da qualsiasi punto dello spazio grazie alla distribuzione degli ambienti e alle grandi vetrate.

A differenza delle terme presenti in territorio Trentino, in questo caso vi è l‘obbligo del costume, anche in sauna. Se si vogliono evitare gli effetti dell’avere addosso un costume sintetico all’interno di una sauna, è possibile indossare un costume di cotone.

Noi abbiamo fatto il percorso di 2 ore all’interno della spa e ci ha permesso di partecipare ad un paio di Aufguss. Credo sia un buon posto per iniziare questa pratica, dal momento che la sauna utilizzata non è troppo calda.

Il Percorso Acque

  • Sauna finlandese panoramica: completamente vetrata con vista sul parco, stimola l’eliminazione delle tossine attraverso la sudorazione. Durante i weekend e le festività vengono organizzati rituali Aufguss. Temperatura tra gli 80e i100°C, umidità 0-20%.
  • Bagno di vapore: ambiente completamente umido, aiuta la purificazione della pelle. Durante i weekend e le festività vengono organizzati scrub guidati (interrotti dal Covid). Temperatura tra i 43 e i 48°C, umidità 100%.
  • Cabina del sale: l’aria ricca di iodio è un toccasana per l’apparato respiratorio. Temperatura ambiente, umidità ambiente.
  • Temazcal: rivisitazione dell’antica sauna rituale precolombiana, stimola l’eliminazione delle tossine attraverso la sudorazione. Durante i weekend e le festività vengono organizzati rituali Aufguss. Temperaturadi circa 50°C, umidità del 30%.
  • Hammam: tradizionale bagno marocchino interamente rivestito in marmo verde Guatemala. Al suo interno è previsto un lettino anch’esso in marmo per lo svolgimento del rituale del Savonage. Temperatura tra i 45 e i 50°C, umidità 70-80%.
  • Docce emozionali: docce calde e fredde, nebulizzate e a getto aromatizzate da fragranze fruttate o balsamiche. Stimolano la microcircolazione superficiale.
  • Secchiofinnico: getto di acqua ghiacciata, consigliato l’utilizzo dopo aver effettuatola sauna finlandese per abbassare la temperatura del corpo in maniera rapida.
  • Cascata di ghiaccio: bacino contenente ghiaccio tritato, consigliato l’utilizzo dopo aver effettuatola sauna finlandese.
  • Vasca salina di galleggiamento: permette di abbandonarsi con leggerezza per l’alta densità della miscela acqua-sale.
  • Fontana di acqua potabile: a disposizione.
  • Specchio d’acqua evasche Kneipp: il lago che circonda le cabine è mantenuto ad una temperatura di 15°C ed e percorribile a piedi scalzi. Insieme all’acqua calda a 36-38°C contenuta nelle vasche circolari formano un percorso Kneipp in grado di stimolare la micro circolazione di piedi e caviglie.
  • Sala Relax Panoramica e Kotatzu: all’interno del Percorso Acque è presente una sala relax con lettini e poltrone dove è possibile godere della tranquillità e dei benefici del Percorso stesso. A disposizione le tisane.

SEGUICI SUI SOCIAL!

Ci puoi trovare su Instagram sotto il nome di @milanesarius (post su Milano) e @disciules (post Nord Italia)
Su Facebook sono disciules
Puoi scoprire itinerari a 1,2,3 ore da Milano anche su @tildediscovery
Infine, seguici su Tripadvisor


Questo sito contiene link di affiliazione ai prodotti. Potremmo ricevere una commissione per gli acquisti effettuati tramite questi collegamenti.

You may also like

Leave a Comment

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: